Hotel Sikania - Riserva dello Zingaro

La riserva naturale dello Zingaro

La Riserva Naturale dello Zingaro è stata la prima riserva ad essere istituita in Sicilia. È una vera e propria oasi naturalistica ricca di specie animali e botaniche, in uno dei pochi tratti rimasto incontaminato. Se oggi abbiamo questo patrimonio naturalistico è grazie ad una rivolta pacifista alla quale nel 1980 aderirono le facoltà di Geologia e Scienze naturali dell’Università di Palermo, le associazioni ambientaliste e culturali nonché i sanvitesi stessi, opponendosi alla realizzazione di una strada d’accesso. 

Attraverso il sentiero costiero lungo ben sette km, che collega San Vito Lo Capo a Castellammare del Golfo, è possibile ammirare ripide scogliere a picco sul mare, nonché piccole calette che offrono la visione di un mare dal color verde smeraldo e ciottoli bianchi.

Le calette sono sette: Cala Tonnarella Dell’Uzzo, Cala dell’Uzzo, Cala Marinella, Cala Berretta, Cala della Disa, Cala Del Varo, Cala Caprera. Nell’area attrezzata dell’Uzzo è possibile visitare il Museo dell’Intreccio, dove sono esposti manufatti di vita quotidiana, come borse e cestini realizzati con le foglie delle palme nane. Una grotta da visitare è la Grotta dell’Uzzo, che rappresenta uno dei siti archeologici preistorici più importanti della Sicilia. Qui, infatti, sono stati ritrovati resti di attività umana risalenti a diecimila anni fa, fossili di mammuth, rinoceronti e leoni. Questi reperti si trovano esposti al Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas di Palermo.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email